Notizie da Madulain

04.12.2020

Test di superficie nella regione meridionale dei Grigioni

Il Cantone ha emanato nuove misure di protezione restrittive. Gli esercizi di ristorazione devono chiudere per due settimane. Nel sud dei Grigioni, tra l'11 e il 13 dicembre 2020, anche l'intera popolazione sarà sottoposta a test per il virus corona, su base volontaria.

Saranno chiusi anche i luoghi di intrattenimento e svago come cinema, teatri, musei, biblioteche, locali, centri benessere e impianti sportivi sul ghiaccio. Sono vietati incontri, assembramenti ed eventi con più di dieci persone, sia in spazi privati che pubblici. Sono esclusi gli eventi politici, le funzioni religiose e i funerali, con il rigoroso rispetto dei concetti di protezione. La situazione verrà riesaminata martedì 15 dicembre 2020.

La comunicazione del governo cantonale di venerdì 4 dicembre 2020 nella dicitura:

Coronavirus: il governo decide il concetto generale di protezione dei Grigioni

Il governo ha adottato un concetto generale di protezione per le festività natalizie e la stagione invernale. Comprende misure restrittive temporanee in relazione a raduni, eventi pubblici e privati e esercizi di ristorazione. Per le regioni del cantone particolarmente colpite dal Covid-19 è in corso di attuazione una strategia globale di test.

Il concetto generale di protezione dei Grigioni mira a contenere la pandemia, garantire la stagione invernale nelle regioni turistiche e consentire feste private a Natale e Capodanno.

Grigioni con numeri di casi elevati
Il numero di casi è diminuito solo leggermente in tutta la Svizzera negli ultimi giorni. Nei Grigioni i numeri sono addirittura in lieve aumento o ristagnano a un livello elevato. Attualmente ci sono 766 persone in isolamento e 1.065 in quarantena nel cantone. Il numero dei decessi è più che raddoppiato da ottobre. Oltre la metà delle persone che sono risultate positive non sa dove sono state infettate.

Ogni giorno nel Cantone vengono registrati in media circa 100 nuovi casi. Il numero medio di riproduzioni nei Grigioni è 1.02. Ciò significa che ogni persona che risulta positiva infetta più di un'altra persona. Questo è il quarto numero più alto di riproduzioni in Svizzera. Senza ulteriori misure, c'è un rischio particolare che gli ospedali raggiungano i loro limiti nella stagione invernale.

Pacchetto di misure
Sulla base di questa situazione iniziale, il personale direttivo cantonale (KFS) ha sviluppato su incarico del governo un piano di protezione globale per far fronte alla pandemia di COVID-19. Da venerdì 4 dicembre a venerdì 18 dicembre si applicano le seguenti misure:

  • Sono vietati assembramenti e riunioni di più di 10 persone in spazi privati e pubblici.
  • Sono vietati gli eventi e le attività con più di 10 persone in spazi pubblici e privati. Sono esclusi gli eventi e gli incontri politici. Le funzioni religiose e i funerali possono essere celebrati con un massimo di 50 persone nel rigoroso rispetto delle regole del distanziamento sociale e nel rispetto dei concetti di tutela.
  • Ristoranti e ristoranti, compresi quelli nelle aree sciistiche, rimarranno chiusi fino al 18 dicembre 2020. Esistono eccezioni per attività da asporto, consegne a domicilio, mense e ristoranti di hotel per gli ospiti dell'hotel, tra gli altri
  • Restano chiusi i luoghi di intrattenimento e svago come cinema, teatri, musei, biblioteche, club, centri benessere, impianti sportivi sul ghiaccio, ecc. Fanno eccezione le strutture ricreative e di benessere all'aperto per gli ospiti dell'hotel.
  • Sono vietate le attività sportive in spazi pubblici e privati con più di 10 persone. Fanno eccezione le attività sportive con bambini di età inferiore ai 16 anni e gli sport professionistici.
  • Nelle scuole pubbliche e private è obbligatoria la mascherina in tutti i locali della scuola fino al 23 dicembre 2020. Sono esclusi gli scolari degli asili nido e delle scuole primarie.

Martedì 15 dicembre 2020 la situazione verrà rivalutata e si deciderà come procedere. Le disposizioni dettagliate sono contenute nella delibera del governo allegata.

L'industria interessata riceve supporto
Poiché si tratta di misure ufficiali a breve termine, tutte le aziende interessate hanno diritto a un'indennità per lavoro ridotto. Non è previsto un periodo di attesa di dieci giorni. Il diritto decorre dal giorno della presentazione della domanda. Non vi è alcuna pretesa retroattiva: è quindi importante che Richiesta da presentare quanto prima. Inoltre, ai sensi dell'ordinanza Covid 19 della Confederazione, le persone colpite hanno diritto a un risarcimento per i loro redditi da coronavirus, poiché si tratta ufficialmente di chiusure di aziende cantonali. Il diritto al risarcimento deve essere presentato all'ufficio di compensazione responsabile della persona avente diritto utilizzando il modulo "Registrazione per risarcimento Corona per perdita di reddito".

Inoltre, il Cantone dei Grigioni sosterrà le imprese particolarmente colpite ai sensi dell'ordinanza federale sul disagio sotto forma di contributi a fondo perduto. I dettagli sull'ordinanza sui disagi saranno forniti a metà dicembre.

Nuova strategia di test per i Grigioni
Oltre alle restrizioni alla vita pubblica, la strategia complessiva prevede test di area e di controllo. Nell'ambito di un progetto pilota tra l'11 e il 13 dicembre 2020, l'intera popolazione sarà testata su base volontaria nel Maloja (grande regione turistica), nel Bernina (alto numero di casi) e nell'Engiadina Bassa / Val Müstair. Questo anche al fine di ricevere un'istantanea delle persone asintomatiche e poter avviare misure mirate. Questo progetto pilota crea anche il punto di partenza per l'effettuazione di un test di superficie in tutto il Cantone, se necessario (ulteriore o nuovo peggioramento del numero di casi).

Inoltre, nelle aziende ferroviarie di montagna o alberghiere, nelle professioni sanitarie, negli insegnanti o in altri gruppi professionali con molti contatti sociali, nonché nei visitatori di case di cura e ospedali, devono essere effettuati nuovi test periodici e sistematici. Questo aiuta a identificare le persone asintomatiche e a spezzare le catene di infezione.

Torna su