Più di 800 anni di storia

La storia di Madulain inizia intorno al 1200. Scorri gli eventi più importanti di questo piccolo paese dell'Alta Engadina.

Ci sono varie ipotesi sull'origine del nome «Madulain»:

  • Madulene è derivato da Metallum in letteratura e associato alla precedente estrazione del minerale di ferro nel torrente Es-cha.
  • Medio Lacu significa «in mezzo ai laghi». Questa potrebbe essere un'altra spiegazione dell'origine del nome Madulain.

2021

Apertura del nuovo impianto centrale di trattamento delle acque reflue ARA Furnatsch a S-chanf, che si estende sui comuni da St. Moritz a S-chanf;

2021

2020

Chiusura dell'enoteca di Via Príncipela; All'interno della struttura aprirà il nuovo MOITA, un negozio di alimentari che vende specialità portoghesi;

Ampliamento della diga di Vallatscha sopra il paese in direzione di Zuoz; la diga di protezione dovrebbe proteggere il villaggio da valanghe e rüfen (valanghe di terra).

2020

2019

Riabilitazione del sottopasso ferroviario della Ferrovia Retica;

Riconsacrazione dell'ex mensa in officina a foresteria con operatore privato;

2019

2016

Ricostruzione della malga Alp Es-cha Dadour; Nuovi sono un caseificio, un ristorante e un piccolo rifugio per l'estate e l'inverno.

2016

2015

Ampliamento dell'impianto di riscaldamento a cippato con una seconda linea di forni;

Inaugurazione della galleria La Suosta in Via Princípela; questa è dedicata all'opera dell'artista engadinese Jacques Guidon (1931-2021).

2015

2013

Inaugurazione della galleria La Stalla in Via Príncipela;

2013

2011

Realizzazione del riscaldamento a cippato presso l'officina e della linea di teleriscaldamento da parte del Comune;
2011

2010

Ampliamento di Chesa Seja in un condominio; in precedenza l'edificio ospitava i locali commerciali della Romedi Weine AG;

Ampliamento della Chesa Perini in un condominio, precedentemente utilizzato dalla Bündner Kraftwerke AG come edificio per il personale;

2010

2009

Cessazione della vendita di generi alimentari da parte di Romedi Weine AG nella zona commerciale;

Acquisizione dell'Hotel Stüva Colani da Romedi Weine AG da parte del comune; Prima della rivendita, viene creata per la prima volta una zona alberghiera per preservare l'albergo. Inoltre, sul terreno verranno costruiti posti auto e il parcheggio Prasüras.

2009

2008

Acquisizione della Romedi Weine AG (dal 1850) da parte di Plozza Vini a Brusio;

2008

2007

Istituzione di un punto informazioni per la neonata organizzazione turistica ESTM (Engadin St. Moritz) nella Chesa Cumünela (municipio);

Completamento e inaugurazione del progetto di rinaturazione della golena di San Batrumieu; un sentiero naturalistico documenta la rinaturazione del fiume Inn.

Costruzione della rete fognaria da Samedan a S-chanf per il successivo utilizzo da parte del nuovo impianto di trattamento delle acque reflue ARA Furnatsch (2021);

2007

2006

Costituzione di un condominio (StweG) nella Chesa Commerciela e vi si trasferiscono vari negozi (enoteca, parrucchiere, candelaio, studio d'artista, uffici);

Trasferimento della Romedi Weine AG nella zona commerciale e apertura di una nuova enoteca con vendita alimentare integrata il 1 dicembre 2006;

2006

2005

Chiusura dell'istituto di ricerca sulla medicina di laboratorio Amplimmun AG presso la Meridiana; l'edificio dell'azienda viene convertito in un condominio e ribattezzato Chesa Rösa.

Realizzazione della zona per i locali in zona Fops e inserimento nel piano di quartiere. Secondo la normativa legale, questo ha lo scopo di alleviare la carenza di alloggi dei locali nelle località turistiche. La comunità sta costruendo un garage a Fops.

Conversione della vecchia sega in edificio di servizio alla comunità;

Conversione di Palazzo Josty in condominio; l'edificio era di proprietà della città di Zurigo dal 1967 e veniva utilizzato come scuola domestica. La riallocazione sarà attuata da un investitore privato.

Nuova realizzazione dell'Hotel Garni Chesa Seraina in Via Maistra da parte di un investitore privato; Nel 2015 sarà venduto e chiuso e nel 2019 sarà riaperto.

Nuova costruzione della Chesa Commerciela (edificio commerciale) da parte del Comune e riqualificazione dell'area in zona commerciale;

2005

2003

Acquisto del negozio di Chesa Spuonda da parte del Comune; il negozio è gestito da Volg Konsumwaren AG, una catena di generi alimentari specializzata in negozi di paese.

Chiusura dello sportello di stazione e automazione della vendita dei biglietti; anche l'ufficio postale sarà chiuso, poiché la stazione è stata gestita per l'ultima volta dall'ufficio postale.

2003

2002

Apertura del campo da golf Zuoz/Madulain;

2002

1999

Apertura del servizio pubblico di autobus dell'Alta Engadina con l'integrazione dello scuolabus nei comuni di La Punt Chamues-ch, Madulain e S-chanf; La rete di percorsi copre più di 200 km.

1999

1999

Apertura della galleria della Vereina lunga 19,1 km e introduzione del servizio ogni mezz'ora della Ferrovia Retica a Madulain;

1999

1999

Apertura della prima linea in linea in Engadina da La Punt a S-chanf con collegamento al paese di Madulain;
1999

1998

Il fondo di viaggio svizzero (Reka) acquista la Chesa Raschér (ex Chesa Sur) e apre la casa vacanze Reka con 16 appartamenti per le vacanze; Reka è un'organizzazione svizzera per il turismo sociale.

1998

1998

Fondazione della Golf Zuoz AG;

1998

1998

Fondazione dell'organizzazione turistica Plaiv (TOP) Engadin e dell'organizzazione imprenditoriale Plaiv (WOP) da parte dei comuni di La Punt Chamues-ch, Madulain, Zuoz e S-chanf;

1998

1996

Installazione di nicchie per urne nel cimitero;

1996

1996

Costruzione e proseguimento della "nuova" Alpstrasse da circa 1960 m sul livello del mare. via Zuozer Boden all'Alpe Es-cha Dadour;

Acquisto dell'immobile di Romedi Weine AG vicino alla stazione ferroviaria e alla fermata dell'autobus da parte del comune; al fine di preservare il campeggio situato su di esso, si tratta di una rizonizzazione; Il nuovo operatore privato sta costruendo un edificio aziendale e parcheggi per roulotte su di esso e sta passando dall'esercizio estivo a quello annuale.

1996

1995

Abolizione del punto di raccolta del latte nella sala parrocchiale. Di conseguenza, il latte viene prelevato dal camion direttamente dagli allevatori. La popolazione prende il latte direttamente dai contadini. Solo in estate il latte viene ancora trasportato dall'Alp Es-cha Dadour attraverso la conduttura all'ex sala di raccolta del latte. Nel 2010 il gasdotto verrà chiuso perché il latte viene trasformato in formaggio sugli alpeggi.

1995

1995

Waldsuperficies: Rinnovato e ceduto il contratto con la National Park Foundation. In altre parole, la comunità di Madulain rinuncia ai suoi diritti di utilizzare la foresta in Val Trupchun.

1995

1995

Escrezione forestale/pascolo e piano di gestione forestale;

1995

1995

«Kulinarium 5», una fusione di cinque ristoranti regionali, avvia il primo brunch di strada davanti al ristorante Colani a Madulain. I migliori chef G. Stöhr, L. Rosenblatt, P. Graber e E. Hitzberger cucinano;

1995

1995

Costruzione dell'edificio della fabbrica al posto dell'edificio del nitruro e della caserma dei pompieri; il nuovo capannone è utilizzato congiuntamente dal gruppo di fabbrica e dai vigili del fuoco.

1995

1994

Nuova costruzione dell'edificio della società Amplimmun AG sulla meridiana; l'azienda produce e vende preparati per la ricerca e la diagnostica di laboratorio medico e ha sede a Stoccarda.

1994

1990

Progetto selvicoltura: realizzazione della strada forestale Sur Chasté;

1990

1989

La revisione cantonale del diritto edilizio porta all'aggiunta del diritto edilizio comunitario e dei piani di zona, nonché dei piani di progettazione generale e dei piani di sviluppo;

1989

1989

Realizzazione del primo torneo di curling Coppa Colani a Zuoz;

1989

1987/1989

Acquisto della Chesa Strimer, edificata nel XVII secolo, da parte del comune; l'ampliamento è curato dagli architetti Heinrich Bauder e Gianni Secchi;

1987/1989

1987

Prosecuzione del miglioramento e accorpamento dei beni dal 1984 - ampliamento e ampliamento della nuova strada alpina fino a circa 1960 m slm;

1987

1987

Inondazioni dell'Inn e dell'Ova d'Es-cha da giorni di pioggia e neve sciolta a luglio; i vigili del fuoco della comunità hanno arginato l'Ova d'Es-cha.

1987

1984

La costruzione della tangenziale da Madulain a S-chanf porta al miglioramento e al consolidamento delle merci; la risistemazione delle parcelle sul lato destro della Locanda consente un nuovo utilizzo.

1984

1981

Nuova pavimentazione e illuminazione di Via da Baselgia;

1981

1981

Deliberazione della legge generale sull'edilizia comunale e dei piani urbanistici da parte dell'assemblea comunale;

1981

1980

Costruzione della rete fognaria associativa (impianto di trattamento delle acque reflue) da La Punt a S-chanf;

1980

1977-1980

Costruzione dell'impianto di trattamento delle acque reflue di Furnatsch, dell'associazione delle acque reflue e del canale di trasporto dell'associazione Suot Funtauna Merla - insieme ai comuni di La Punt Chamues-ch, Madulain, Zuoz e S-chanf;

1977-1980

1977

Crescita della comunità attraverso la costruzione di seconde case; Nuova costruzione di un bacino idrico più grande a 1780 m sul livello del mare;

1977

1976

Apertura di Via Segantini (oggi Via Engiadina) sul lato sinistro della valle a circa 1880 m slm. da La Punt a Zuoz;

1976

1974

Fondazione dell'Associazione scolastica La Plaiv per la scuola media e secondaria nei comuni di La Punt Chamues-ch, Madulain, Zuoz e S-chanf;

1974

1974

Costruzione del sentiero forestale Pschaidas con una lunghezza di 1080 m;

1974

1973

Ampliamento della sala parrocchiale, realizzata intorno al 1700, ad opera dell'architetto Tino;

1973

1970

Inizio del boom edilizio attraverso i condomini; Il motivo è la grande richiesta di seconde case;

1970

1964

Costruzione del tubo idrante nel villaggio;

1964

1961

Ultimo ampliamento del parco nazionale con Val Trupchun, dove tra l'altro la comunità Madulain con il dipartimento forestale 20 possiede una superficie forestale con una superficie di circa 41 ettari. La Confederazione Svizzera risarcisce la collettività con 2400,00 franchi all'anno;

1961

1939

Campagna per rafforzare la fiducia in se stessi patriottica attraverso la mostra nazionale di Zurigo; questo invita le comunità a mettersi in gioco simbolicamente con i propri stemmi. Di conseguenza, Madulain - come molti altri comuni - ricevette un nuovo stemma comunale.

1939

1936

Trasferimento del cimitero sul terrazzo sopra la linea ferroviaria al confine sud-ovest del territorio comunitario, a circa 600 metri dal limite del paese, in un bosco di larici chiari;

1936

1935-1938

Costruzione della “nuova” strada alpina;

1935-1938

1913

Messa in servizio della linea ferroviaria tra St. Moritz e Scuol;

1913

1911

Costruzione della stazione ferroviaria di Madulain; una ristrutturazione della facciata avviene nel 1991.

1911

1908

I figli di Madulain frequentano la scuola di Zuoz - una soluzione che è rimasta fino ad oggi;

1908

1904

I figli di Madulain frequentano la scuola a La Punt Chamues-ch;

1904

1904

Fondazione di una scuola privata in casa Paulin Ratti (sotto la Barriera della Ferrovia Retica); vi partecipano studenti provenienti da tutta l'Engadina.

1904

1903

Costruzione della centrale elettrica di Madulain da parte dei Bündner Kraftwerke Klosters;

1903

1874

Contenimento di Flaz e Inn da Punt Muragl a La Punt; questo aumenta il rischio di inondazioni da Madulain a S-chanf.

1874

1860

Trasferimento (nuova costruzione) dell'Engadinerstrasse tra La Punt e Madulain da destra a sinistra dell'Inn;

1860

1826

Locazione di Alp Prünella alla famiglia Orlandi con durata fino alla morte della famiglia; L'affitto è inizialmente di due forme di formaggio e poi di CHF 255.90.

1826

1793

Creazione della Carta Geografica di La Punt Chamues-ch e Madulain di Conradin Colani - integrata da un appezzamento di terreno;

1793

1790

Costruzione della Chesa Romedi ad uso agricolo e di una scuderia per i trainatori a sud; Negli anni '20, un campo termale per bambini e adolescenti con malattie polmonari, l'edificio è ora utilizzato come colonia turistica.

1790

1643

Data più antica conservata oggi su una casa a Madulain;

1643

1566

Una gran parte della popolazione del villaggio cade vittima della peste. Zuoz proibisce ai Madulainer di seppellire i loro morti nel cimitero di Zuoz. Di conseguenza, devono essere sepolti nel campo.

1566

1543

Commercio legale a S-chanf relativo all'uso dei boschi in Val Scarl e Val Chamuera (Zuoz); Il legno costituisce spesso l'unico reddito per le comunità e per garantire la loro esistenza, la superficie forestale forma di proprietà speciale; Viene fatta una distinzione tra diritti d'uso territoriale e forestali. Il comune di Madulain riceve i diritti per tutto ciò che cresce sul terreno (uso del bosco) e i diritti territoriali rimangono al comune di S-chanf.

1543

1543

Madulain lascerà definitivamente la comunità di Zuoz.

1543

1538-43

La divisione territoriale nell'Alta Engadina porta alla divisione del “Cumoen Grand” (tedesco: il grande villaggio) in comunità di villaggio. I confini parrocchiali stabiliti all'epoca sono sostanzialmente ancora in vigore oggi, ma Madulain rimane una fazione di Zuoz.

1538-43

1527

Introduzione della lingua scritta romanza Puter a Zuoz di Gian Travers (1483-1563), politico e autore dell'epopea “Chianzun da la guerra dal Chasté d› Müs ”(1527) e Jachiam Bifrun (1506-1572), giudice, governatore e traduttore del Nuovo Testamento (Catechismo) in Romance Puter (1552);

1527

1554

Introduzione della Riforma a Madulain;

1554

1515

Completamento della chiesa tardo gotica del maestro Bernhard von Puschlav;
I restauri hanno avuto luogo nel 1672, 1745-1752, 1923, 1963 e 1995.

1515

1420

Il castello doganale di Guardaval diventa obsoleto e, come molti altri castelli doganali, viene distrutto.

1420

1441 e 1454

Menzione di una chiesa chiamata San Batrumieu (Apostolo di Gesù) sotto Madulain;

1441 e 1454

1370

Prima menzione di una chiesa a Madulain;

1370

1320

Divisione dell'Alta Engadina in tre pleiv (parrocchie), ciascuna con un battistero:
- Zuoz (S-chanf, Madulain, La Punt, Chamues-ch);
- Samedan (Bever, Samedan, Celerina, Pontresina);
- St. Moritz (Silvaplana e Sils);

1320

1237-1251

Costruzione del castello doganale di Guardaval (dogana grande e piccola) Madulain, di Volkard von Neuburg, vescovo di Coira;

1237-1251

circa 1200

Funzionamento di forni fusori di metalli, ritrovamenti di scorie sull'Ova d'Es-cha;

circa 1200
Torna su